CAVI PER L’INDUSTRIA CARTARIA E CARTOTECNICA

L’industria cartaria e quella cartotecnica, effettuano lavorazioni di diverso tipo su materiali principalmente a base cellulosica.

Queste fabbriche possono essere classificate in diverse categorie in funzione del tipo di prodotto che vanno a realizzare. La gamma dei prodotti finiti che escono da una cartiera, che rappresentano la materia prima per un’azienda cartotecnica, è rappresentata anche da semilavorati composti da più strati di cellulosa anche con diverse forme che vengono uniti mediante collanti.

Buona parte di questi collanti è a base di caseina, una proteina nobile che ha origine animale. Purtroppo quest’ultima provoca degli effetti negativi quando viene a contatto con cavi in PVC portandoli velocemente a irrigidirsi fino a rompersi. Il fenomeno è più evidente nella posa mobile in quanto le sollecitazioni dinamiche velocizzano il processo.

Nelle macchine che lavorano il cartone e che generano polveri, come un impianto di taglio, ad esempio, o in qualunque altra macchina che si trovi in questo tipo di ambiente, è necessario proteggere i cavi in PVC dal contatto con le polveri. Se una protezione fisica non è realizzabile perché la meccanica non lo permette, come ad esempio nel caso di cavi per posa mobile in catene porta cavi, è consigliabile utilizzare cavi in poliuretano della famiglia PMXX.